Senza categoria

Indagini informatiche e diritti fondamentali

Il prossimo 2 luglio, dalle ore 10.00 alle ore 13.00 presso l’Università degli Studi di Perugia – Dipartimento di Giurisprudenza (via A. Pascoli, 33), si terrà il convegno “Indagini informatiche e diritti fondamentali” Organizzato nell’ambito delle attività del Modulo Jean Monnet “CIBER – Cybersecurity Issues and Breaches in European Rules: a practical approach” finanziato dalla Commissione Europea – EACEA- all’interno del Programma ERASMUS+ e come evento di lancio della seconda edizione del Master in Data protection, cybersecurity e digital forensics, in sinergia con le cattedre di Diritto processuale penale, Informatica giuridica e Diritto civile M/Z.

Sarà possibile seguire l’evento in modalità ibrida:

in presenza –  presso il Dipartimento di Giurisprudenza in Perugia, via Pascoli 33, previa comunicazione della propria partecipazione con un messaggio all’indirizzo email adriano.ferranti@unipg.it ;

oppure

online – sulla piattaforma Teams all’indirizzo raggiungibile attraverso il QR code riportato nella locandina o a questo link


Scheda e Presentazione della seconda edizione del Master​

Scheda del corso

Tipologia: formula “week end” (lezioni venerdì ore 10-19, sabato ore 9-13)

Lezioni: in presenza e online (modalità sincrona e asincrona) presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli studi di Perugia

Patrocini: Garante per la protezione dei dati personali; FIIF – Fondazione italiana per l’innovazione forense presso il CNF 

In collaborazione con: Cybersecurity National Lab CINI – Nodo UniPg 

Livello: I

Requisiti di accesso: laurea di primo livello (o superiore)

Durata: 60 Crediti formativi, pari a 297 ore di didattica frontale, 45 di didattica laboratoriale, oltre stage

Stage: 300 ore da svolgersi presso gli enti patrocinanti, aziende, enti non profit, enti pubblici e professionisti

Tutor: n. 1 o 2 tutor, in funzione del raggiungimento del numero minimo o massimo di iscritti

Lingua: italiana

Sede: Università degli Studi di Perugia, Dipartimento di Giurisprudenza, via A. Pascoli n. 33

Materiali: il calendario ed i materiali saranno disponibili nella sezione del sito del Master riservata agli iscritti

Posti disponibili: da 12 a 30

Titolo di studio conseguito: Master di I livello in Data protection, cybersecurity e digital forensics

Tassa di immatricolazione: € 3.516 (comprensiva delle marche da bollo). L’importo è detraibile nella dichiarazione dei redditi ed interamente deducibile per i professionisti secondo le norme vigenti

Borse di studio:

  • n. 3 borse INPS per dipendenti pubblici, a totale copertura delle spese di immatricolazione e frequenza –  Si veda il documento pubblicato dall’INPS (riga 301 – codice master “DATA PROTECTION”); 
  • n. 7 borse di studio nella formula “early bird”, a parziale copertura delle spese di immatricolazione e frequenza (vedi i criteri di assegnazione nel bando)

Timing – Termini essenziali

Scadenza della presentazione della domanda di ammissione: 7 giugno 2021

Data del colloquio: viene comunicata dopo l’11 giugno 2021

Periodo di svolgimento: luglio 2021 – maggio 2022

Termine presunto delle lezioni: marzo 2022

Esami

  • Esame di profitto per i singoli insegnamenti: orale, salva la libertà del docente di prevedere una prova scritta prodromica, da rendere nota nel sito del Dipartimento e nel calendario degli esami. Il superamento degli esami di profitto consente il riconoscimento dei C.F.U. maturati in altri corsi di studio universitari;
  • Esame finale: redazione e discussione di un project work

Frequenza: ai fini dell’ammissione alla prova finale e del conseguimento del titolo di Master è necessaria la certificazione dell’70% della frequenza delle ore di didattica assistita

Richiedi maggiori informazioni: email Ufficio Corsi Post Lauream 

PRESENTA LA DOMANDA DI AMMISSIONE 

Presentazione del Master:

Il Master è finalizzato a fornire, con approccio interdisciplinare teorico-pratico, le basi culturali necessarie per:

  • assumere l’incarico di DPO – Data Protection Officer (responsabile della protezione dei dati personali), ai sensi del Regolamento europeo n. 2016/679 in enti pubblici e nel settore privato, di consulente privacy e di altre figure specialistiche privacy anche in ambito sanitario, giudiziario e di ricerca scientifica;
  • assumere l’incarico di RTD (responsabile della transizione digitale), ai sensi della circolare Ministero dell’interno n 3 del 1° ottobre 2018 e dell’art. 17 del Codice dell’Amministrazione digitale, adottato con d.lgs. n. 82/2005, successive modificazioni e integrazioni;
  • svolgere le funzioni di consulente professionale con competenze interdisciplinari per attività di commercio elettronico, digitalizzazione, sicurezza informatica e trustworthiness come affidabilità, correttezza, e robustezza delle reti e dei sistemi nelle imprese, nelle pubbliche amministrazioni e per le infrastrutture critiche, attraverso l’organizzazione, la gestione e l’assunzione di responsabilità nei contesti della sicurezza informatica aziendale, intelligenza artificiale e sanità elettronica;
  • svolgere le funzioni di consulente tecnico di parte o di perito del giudice, ovvero supervisionare l’attività degli esperti in metodologie per l’acquisizione, il trattamento e la gestione delle fonti di prova informatiche, e adottare le più idonee misure per preservare inalterata la genuinità della fonte di prova informatica sia con riferimento ad ogni fase del procedimento penale avente ad oggetto anche ipotesi di criminalità informatica, sia con riferimento alle controversie civili, commerciali, giuslavoristiche e fiscali, o alle indagini difensive e stragiudiziali

Obiettivi formativi

Creare competenze specifiche nel:

  • garantire la protezione, la sicurezza, la conservazione ed il corretto trattamento dei dati personali, assicurando al contempo la riservatezza dei titolari, il rispetto della base giuridica, l’efficienza e la minimizzazione del trattamento rispetto agli scopi che si prefigge;
  • gestire, con adeguate competenze tecnologiche, di informatica giuridica e manageriali, il coordinamento strategico dello sviluppo dei sistemi informativi di telecomunicazione e fonia, per realizzare la transizione della pubblica amministrazione alla modalità operativa digitale e i conseguenti processi di riorganizzazione finalizzati alla realizzazione di una P.A. digitale e aperta, di servizi facilmente utilizzabili e di qualità, attraverso una maggiore efficienza ed economicità;
  • svolgere attività di indirizzo, pianificazione, coordinamento e monitoraggio della sicurezza informatica relativamente ai dati, ai sistemi e alle infrastrutture;
  • comprendere come affrontare e gestire ogni fase del procedimento probatorio avente ad oggetto fonti di prove digitali, sia sulla scorta della disciplina vigente che delle più recenti interpretazioni giurisprudenziali (digital forensics).

Le conoscenze e le capacità teorico-pratiche che saranno acquisite al termine del corso prevedono altresì l’approfondimento della modalità per una corretta redazione di registri dei trattamenti, valutazioni di impatto sulla protezione dei dati (DPIA), segnalazioni e comunicazioni di data breach e gestione delle istanze costituenti esercizio dei diritti degli interessati rispetto al trattamento dei propri dati personali, nonché di gestione di ricorsi reclami e azioni di risarcimento danni per illegittimo trattamento.

La possibilità di svolgere un periodo di stage presso aziende, enti non profit, enti pubblici e professionisti garantisce una formazione completa per un professionista con qualifiche rispondenti alle esigenze del mercato del lavoro.

Double Degree program:

Il master ha carattere internazionale, in funzione degli accordi per doppio titolo siglati con le Università UNIVALI e IMED (Brasile). Verranno ammessi al programma di scambio, per ciascuna delle Università partner, un numero minimo di 10 studenti per ogni anno accademico, selezionati da ciascuna Università secondo proprie modalità e conformemente alle norme vigenti presso ciascun Ateneo, in grado di comprendere la lingua del Paese ospitante, i quali trascorreranno un periodo minimo di permanenza di 60 giorni nell’Università ospitante, presso la quale saranno iscritti nel “Mestrado em Ciência Jurídica” dell’Universidade do Vale do Itajaí (UNIVALI)  o della Facultade Meridional (IMED), con esenzione dalle tasse di iscrizione, fruendo di tutti i servizi offerti dall’Università ospitante ed essendo soggetti alle norme vigenti nelle istituzioni nelle quali frequentano il percorso di studio.

Gli studenti ammessi al programma di scambio conseguiranno anche il titolo di “Mestre em Ciência Jurídica” rilasciato dall’Università ospitante conseguendo presso la sede ospitante un numero minimo di 12 CTU/ECTS, e sostenendo un elaborato finale nella sede e nella lingua dell’Università ospitante, compreso tra le 5 e le 10 pagine. Gli esami sostenuti con esito positivo presso l’Università partner saranno riconosciuti automaticamente da quella di provenienza.

L’Università degli studi di Perugia assegna borse di studio ai propri studenti partecipanti al programma di studio congiunto, sulla base di apposito bando di selezione.

Gli studenti avranno la possibilità di scegliere le materie da seguire tra quelle compatibili stabilite dagli ordinamenti e regolamenti dei corsi di studio delle Università.

Docenti

Direttore:

Prof.ssa Stefania Stefanelli

(Dipartimento di Giurisprudenza

email: stefania.stefanelli (at) unipg.it)

Docenti interni:

  • Prof. Antonio Bartolini https://www.unipg.it/personale/antonio.bartolini
  • Prof. Stefano Bistarelli http://www.dmi.unipg.it/bista/
  • Prof.ssa Annalisa Giusti https://www.unipg.it/personale/annalisa.giusti
  • Prof. Giovanni Marini https://www.unipg.it/personale/giovanni.marini
  • Prof.ssa Mariangela Montagna https://www.unipg.it/personale/mariangela.montagna
  • Prof. Maurizio Oliviero (Magnifico Rettore) https://www.unipg.it/personale/maurizio.oliviero
  • Prof.ssa Serenella Pieroni https://www.unipg.it/personale/serenella.pieroni
  • Prof. Giorgio Repetto https://www.unipg.it/personale/giorgio.repetto
  • Prof. Francesco Santini http://www.dmi.unipg.it/francesco.santini/
  • Prof.ssa Stefania Stefanelli https://www.unipg.it/personale/stefania.stefanelli
  • Prof. Vico Valentini https://www.unipg.it/personale/vico.valentini
  • Prof. Simone Vezzani https://www.unipg.it/personale/simone.vezzani

 

Esperti esterni:

Docenti di chiara fama e/o di comprovata professionalità, selezionati dal Consiglio direttivo del corso

Insegnamenti


Privacy e data protection (IUS/01-IUS/02): 45 ore

Moduli: 

1) Dalla privacy alla data protection; 2) Soggetti, diritti, responsabilità; 3) Applicazioni e scenari di un futuro presente

Docenti:

  • Raffaele Angius
  • Giovanni Marini
  • Stefania Stefanelli

Cybercrime e digital forensics (IUS/16-IUS/17): 45 ore

Moduli:

1) Diritto penale e tecnologie informatiche; 2) L’informatica nel processo penale; 3) Scenari futuri: innovazione tecnologica, cyber security, cybercrime e garanzie processuali

Docenti:

  • Raoul Chiesa
  • Giovanni Battista Gallus
  • Riccardo Meggiato
  • Francesco Paolo Micozzi
  • Mariangela Montagna
  • Vico Valentini

Cybersecurity (INF/01): 126 ore (81 ore didattica frontale, 45 ore didattica laboratoriale)

Docenti:

  • Stefano Bistarelli
  • Luca Grilli
  • Domenico Raguseo
  • Pier Luigi Rotondo
  • Francesco Santini

Diritto amministrativo (IUS/10): 45 ore

Moduli:

1) Diritto di accesso, obblighi di trasparenza e GDPR; 2) L’Autorità nazionale (Garante) ed europea (EDPS) per la protezione dei dati personali e il Comitato Europeo per la protezione dei dati personali (EDPB) e il loro ruolo alla luce del GDPR; 3) Il codice dell’amministrazione digitale e il Regolamento generale sulla protezione dei dati

Docenti:

  • Antonio Bartolini
  • Camillo Carini
  • Barbara Coccagna
  • Annalisa Giusti
  • Angela Guerrieri
  • Domenico Marrello
  • Serenella Pieroni
  • Giorgio Repetto
  • Monica Alessia Senor
  • Michela Massimi

Diritto europeo della privacy e della sicurezza informatica (IUS/14): 45 ore

Moduli:

1) Governance e tutela dei diritti nella rete; 2) La protezione dei dati personali nel diritto dell’Unione Europea; 3) Cyber security e contrasto alla criminalità informatica

Docenti:

  • Filippo Bianchini
  • Filippo Croci
  • Ester di Napoli
  • Monica Parodi
  • Giuseppe Serafini
  • Stefano Saluzzo
  • Simone Vezzani

Diritti fondamentali e sistemi costituzionali comparati (IUS/12): 45 ore

Moduli:

1) Governance globale dei diritti fondamentali; 2) Umanesimo digitale; 3) Umana sostenibilità

Docenti:

  • Maurizio Oliviero
  • Fabrizio Cassella

Allegati:

Bando Master (in coda al file sono presenti: Schema domanda di ammissione; Schema autocertificazione curriculum)

Open Day, 27 settembre 2019

Il Master di primo livello in Data protection, cybersecurity e digital forensics organizza, per il 27 settembre 2019, dalle ore 10 alle ore 11.30 presso l’aula informatica e multimediale del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Perugia, un Open Day durante il quale verrà data a tutti gli interessati l’occasione di conoscere l’offerta didattica: programma, iscrizioni, obiettivi formativi, opportunità e sbocchi professionali. Saranno possibili colloqui individuali per gli interessati con il direttore del Master, prof.ssa Stefania Stefanelli, e con alcuni docenti. L’ingresso è libero, ma è gradita l’iscrizione, scrivendo al direttore (stefania.stefanelli@unipg.it).

Per informazioni:

https://masterdpcdf.unipg.it

https://www.facebook.com/masterdpcdf.unipg.it/

Presentazione del Master

Scheda corso

  • Tipologia: formula week end (lezioni venerdì ore 10-19, sabato ore 9-13)
  • Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli studi di Perugia
  • Patrocini: Garante per la protezione dei dati personali www.garanteprivacy.it ; FIIF – Fondazione italiana per l’innovazione forense presso il CNF www.fiif.it 
  • In collaborazione con: Cybersecurity National Lab CINI – Nodo UniPg http://cybersecuritylab.unipg.it/cybersecuritylab/
  • Livello: I
  • Requisiti di accesso: laurea di primo livello (o superiore) in Scienze dei servizi giuridici, Scienze e Tecnologie Informatiche, Scienze dell’Economia e della Gestione Aziendale, Scienze economiche, Scienze della comunicazione, Ingegneria dell’informazione, Scienze della difesa e della sicurezza, Scienze criminologiche e della sicurezza, Scienze dell’educazione e della formazione, Scienze politiche e delle relazioni internazionali, e titoli equipollenti conseguiti all’estero. Il collegio dei docenti del Master ha facoltà di ammettere all’iscrizione studenti in possesso di ulteriori diplomi di laurea di primo o di secondo livello, sulla base della valutazione del curriculum formativo e delle competenze acquisite e documentate, anche attraverso attività formative extracurricolari di istruzione superiore o professionale, nonché delle funzioni svolte e degli incarichi ricoperti in pubbliche amministrazioni, imprese o in qualità di libero professionista
  • Durata: 60 Crediti formativi, pari a 297 ore di didattica frontale, 45 di didattica laboratoriale, oltre stage
  • Stage: 338 ore da svolgersi presso gli enti patrocinanti, aziende, enti non profit, enti pubblici e professionisti
  • Tutor: n. 1 o 2 tutor, in funzione del raggiungimento del numero minimo o massimo di iscritti
  • Lingua: italiana
  • Sede: Università degli Studi di Perugia, Dipartimento di Giurisprudenza, via A. Pascoli n. 33
  • Materiali: il calendario ed i materiali saranno disponibili nella sezione del sito del Master riservata agli iscritti
  • Posti disponibili: da 12 a 30
  • Titolo di studio: Master di I livello in Data protection, cybersecurity e digital forensics
  • Tassa di immatricolazione: € 3.516 (comprensiva delle marche da bollo). L’importo è detraibile nella dichiarazione dei redditi ed interamente deducibile per i professionisti secondo le norme vigenti

Borse di studio e altre agevolazioni

Timing

  • Scadenza per presentare domanda di ammissione: 31 ottobre 2019
  • Data del colloquio: per l’assegnazione della borsa e l’eventuale selezione in caso di superamento del numero massimo di domande di ammissione presentarsi il 6 novembre 2019, ore 15:00 presso la sede del Master
  • Periodo di svolgimento: dicembre 2019 – aprile 2021
  • Termine presunto delle lezioni: luglio 2020

Esami

  • Esame di profitto per i singoli insegnamenti: orale, salva la libertà del docente di prevedere una prova scritta prodromica, da rendere nota nel sito del Dipartimento e nel calendario degli esami. Il superamento degli esami di profitto consente il riconoscimento dei C.F.U. maturati in altri corsi di studio universitari
  • Esame finale: redazione e discussione di un progetto o elaborato scientifico
  • Frequenza: ai fini dell’ammissione alla prova finale e del conseguimento del titolo di Master è necessaria la certificazione dell’80% della frequenza delle ore di didattica assistita

Richiedi maggiori informazioni: mailto: ufficio.corsipostlauream@unipg.it 

Presenta la domanda di ammissione: https://www.unipg.it/didattica/accesso-corsi-numero-programmato/master?layout=concorso&idConcorso=19416

Presentazione del Master:

Il Master è finalizzato a fornire, con approccio interdisciplinare teorico-pratico, le basi culturali necessarie per:

assumere l’incarico di DPO – Data Protection Officer (responsabile della protezione dei dati personali), ai sensi del Regolamento europeo n. 2016/679 in enti pubblici e nel settore privato, di consulente privacy e di altre figure specialistiche privacy anche in ambito sanitario, giudiziario e di ricerca scientifica;

assumere l’incarico di RTD (responsabile della transizione digitale), ai sensi della circolare Ministero dell’interno n 3 del 1° ottobre 2018 e dell’art. 17 del Codice dell’Amministrazione digitale, adottato con d.lgs. n. 82/2005, successive modificazioni e integrazioni;

svolgere le funzioni di consulente professionale con competenze interdisciplinari per attività di commercio elettronico, digitalizzazione, sicurezza informatica e trustworthiness come affidabilità, correttezza, e robustezza delle reti e dei sistemi nelle imprese, nelle pubbliche amministrazioni e per le infrastrutture critiche, attraverso l’organizzazione, la gestione e l’assunzione di responsabilità nei contesti della sicurezza informatica aziendale, intelligenza artificiale e sanità elettronica;

svolgere le funzioni di consulente tecnico di parte o di perito del giudice, ovvero supervisionare l’attività degli esperti in metodologie per l’acquisizione, il trattamento e la gestione delle fonti di prova informatiche, e adottare le più idonee misure per preservare inalterata la genuinità della fonte di prova informatica sia con riferimento ad ogni fase del procedimento penale avente ad oggetto anche ipotesi di criminalità informatica, sia con riferimento alle controversie civili, commerciali, giuslavoristiche e fiscali, o alle indagini difensive e stragiudiziali

Obiettivi formativi

Creare competenze specifiche nel:

a) garantire la protezione, la sicurezza, la conservazione ed il corretto trattamento dei dati personali, assicurando al contempo la riservatezza dei titolari, il rispetto della base giuridica, l’efficienza e la minimizzazione del trattamento rispetto agli scopi che si prefigge;

b) gestire, con adeguate competenze tecnologiche, di informatica giuridica e manageriali, il coordinamento strategico dello sviluppo dei sistemi informativi di telecomunicazione e fonia, per realizzare la transizione della pubblica amministrazione alla modalità operativa digitale e i conseguenti processi di riorganizzazione finalizzati alla realizzazione di una P.A. digitale e aperta, di servizi facilmente utilizzabili e di qualità, attraverso una maggiore efficienza ed economicità;

c) svolgere attività di indirizzo, pianificazione, coordinamento e monitoraggio della sicurezza informatica relativamente ai dati, ai sistemi e alle infrastrutture;

d) comprendere come affrontare e gestire ogni fase del procedimento probatorio avente ad oggetto fonti di prove digitali, sia sulla scorta della disciplina vigente che delle più recenti interpretazioni giurisprudenziali (digital forensics).

Le conoscenze e le capacità teorico-pratiche che saranno acquisite al termine del corso prevedono altresì l’approfondimento della modalità per una corretta redazione di registri dei trattamenti, valutazioni di impatto sulla protezione dei dati (DPIA), segnalazioni e comunicazioni di data breach e gestione delle istanze costituenti esercizio dei diritti degli interessati rispetto al trattamento dei propri dati personali, nonché di gestione di ricorsi reclami e azioni di risarcimento danni per illegittimo trattamento.

La possibilità di svolgere un periodo di stage presso aziende, enti non profit, enti pubblici e professionisti garantisce una formazione completa per un professionista con qualifiche rispondenti alle esigenze del mercato del lavoro.

Docenti

Direttore:

Prof.ssa Stefania Stefanelli

Dipartimento di Giurisprudenza

mailto:stefania.stefanelli (at) unipg.it 

Docenti interni:

– Prof. Antonio Bartolini https://www.unipg.it/personale/antonio.bartolini
– Prof. Stefano Bistarelli http://www.dmi.unipg.it/bista/
– Prof.ssa Annalisa Giusti https://www.unipg.it/personale/annalisa.giusti
– Prof. Giovanni Marini https://www.unipg.it/personale/giovanni.marini
– Prof.ssa Mariangela Montagna https://www.unipg.it/personale/mariangela.montagna 
– Prof.ssa Serenella Pieroni https://www.unipg.it/personale/serenella.pieroni
– Prof. Giorgio Repetto https://www.unipg.it/personale/giorgio.repetto
– Prof. Francesco Santini http://www.dmi.unipg.it/francesco.santini/
– Prof.ssa Stefania Stefanelli https://www.unipg.it/personale/stefania.stefanelli
– Prof. Vico Valentini https://www.unipg.it/personale/vico.valentini
– Prof. Simone Vezzani https://www.unipg.it/personale/simone.vezzani 

Esperti esterni:

Docenti di chiara fama e/o di comprovata professionalità, che possono essere scelti nell’Università e di concerto con gli enti compartecipanti e patrocinanti, selezionati dal Consiglio direttivo del corso, in corso di contrattualizzazione

Insegnamenti

Privacy e data protection (IUS/01-IUS/02): 54 ore

Moduli: 1) Dalla privacy alla data protection; 2) Soggetti, diritti, responsabilità; 3) Applicazioni e scenari di un futuro presente

Cybercrime e digital forensics (IUS/16-IUS/17): 54 ore

Moduli: 1) Diritto penale e tecnologie informatiche; 2) L’informatica nel processo penale; 3) Scenari futuri: innovazione tecnologica, cyber security, cybercrime e garanzie processuali

System, social and mobile security (INF/01): 126 ore

81 ore didattica frontale, 45 ore didattica laboratoriale

Diritto amministrativo (IUS/10): 54 ore

Moduli: 1) Diritto di accesso, obblighi di trasparenza e GDPR; 2) L’Autorità nazionale (Garante) ed europea (EDPS) per la protezione dei dati personali e il Comitato Europeo per la protezione dei dati personali (EDPB) e il loro ruolo alla luce del GDPR; 3) Il codice dell’amministrazione digitale e il Regolamento generale sulla protezione dei dati

Diritto europeo della privacy e della sicurezza informatica (IUS/14): 54 ore

Moduli: 1) Governance e tutela dei diritti nella rete; 2) La protezione dei dati personali nel diritto dell’Unione Europea; 3) Cyber security e contrasto alla criminalità informatica

Allegati:

Bando Master

Schema domanda di ammissione

Schema autocertificazione curriculum